lunedì, marzo 23, 2009

Ma chi sono...in realtà, gli ANTIBERLUSCONIANI?

Ovunque ci sia un minimo di onestà intellettuale si può nota come le accuse che gli antiberlusconiani fanno riguardo alla disinformazione di chi vota a favore del NOSTRO Presidente siano false...
Credo che su di lui si sia scritto e letto molte cose, che comunque già sapevo e sapevamo, eppure la mia (NOSTRA) idea è la stessa di sempre...
Aggiungo, anche, che nel 90 e passa % di attacchi fatti a Berlusconi la questione sono i suoi processi, null'altro; questo a significare come Berlusconi lo si può odiare ma sempre un Grande Presidente del Consiglio rimane!!!!!!!!!
Se solo la sinistra comprendesse questo punto cruciale, la smettesse con l'antiberlusconismo e iniziasse a basare la propria politica su propri ideali si che il paese migliorerebbe, finalmente si potrebbe dire che in Italia c'è un opposizione!
A questo punto le cose a cui credere sono due:
- o avete ragione voi e quindi Berlusconi è la persona che voi descrivete, e in Italia i giudici sono tutti incompetenti ignoranti corrotti ecc, perchè sennò è impossibile spiegarsi come una persona, così come voi la definite, non finisca in carcere. E non parlate delle leggi a suo favore perchè sennò le carceri sarebbero vuote e non ci dovrebbe essere bisogno di costruirne di nuove.
- oppure Berlusconi ha si fatto qualche cosa non proprio giustissima, ma la maggior parte delle accuse sono false.

O volendo ci potrebbe essere anche una terza ipotesi: Berlusconi è un genio in tutti i sensi e grazie alla sua inteligenza è riuscito a scampare a tutto quello che gli si è fatto contro.

Io credo alla seconda ipotesi, mista alla terza...
Saluti azzurri

52 commenti:

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Voglio fare un serio discorso sull antiberlusconismo, parlando della nascita del PDL.
Ieri, Alleanza Nazionale si è sciolta, confluendo nel Popolo della Libertà!
Questo nuovo soggetto politico non è un'emanazione del presidente Berlusconi, cosa che gli antiberlusconiani vogliono fare credere, ma è un partito nato dal basso, dalle persone comuni come me e te!
Il presidente Berlusconi ha saputo sfruttare bene questa volontà di semplificazione che proveniva dalle basi di Forza Italia, di Alleanza Nazionale, della Democrazia Cristiana e degli altri soggetti politici.
I vari demagogho della sinistra continuano a dire che il PDL è nato dalla volontà del presidente.
Ecco cos'è l'antiberlusconismo, un continuo tentativo di rovesciare la realtà!
Saluti.

Dario ha detto...

Caro sagliocco,
1-ti cito una brutta legge: sono state diminuite le pene per le morti bianche: la vita degli operai per il "nostro" presidente operaio non contano nulla.
2-ti cito una semplice vicenda per spiegare come berlusconi non finisce in carcere: prendi il processo mills (prima ha tentato di bloccare i processi di una nazione per bloccare il proprio, poi ha fatto approvare il lodo alfano. Nel frattempo mills è stato condannato ma scommettiamo che il processo che riguarda berlusconi non giungerà MAI ail terimini grazie ad altri stratagemmi legislativi?). Ti cito inoltre l'altro famoso esempio del falso in bilancio: l'imputato era colpevole ma poi lo stesso imputato ha deciso che quel fatto non costiutiva più reato. Bella la vita eh?
3-caro sagliocco puoi pure dire che delle vicende giudiziarie di berlusconi non te ne frega e che guardi solo ai risultati politici. Sei libero di farlo e la tua idea non è rimproverabile dal punto di vista della legittimità. E' invece rimproverabile negare l'innegabile: sottostare ad un processo e cambiare in corsa le regole del "gioco". Ti ho riportato due esempi limpidissimi, che altro c'è da controbattere???
Saluti

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Caro Dario, non sono d'accordo assolutamente, e credo che il tuo intervento sia stato retorico, nel senso che nel mio post c'è già la risposta al tuo intervento:)
Fai delle affermazioni gratuite e quanto meno avventate quando dici che il premier non ha a cuore la vita degli operai, perchè sono diminuite le pene? Ma che c'entra..per me niente, non c'è nesso causale!
Cosa c'entra DIRETTAMENTE Berlusconi? Niente..però ti piaceva tiralo in ballo, ho capito...
Quanto alle tue affermazioni (anch'esse gratuite e senza riscontro oggettivo alcuno...)su processi, bilanci e lodo alfano, ammiro e invidio la tua preparazione e la conoscenza minuziosa di tutte le carte processuali; A volte penso...ma se Dario e quelli come Dario SANNO GIA' TUTTO IN ANTICIPO, ma che stiamo qui a perdere tempo? Impicchiamolo in pubblica piazza subito e non se ne parli più, no?
Io invece non la penso come te, per me Berlusconi è stato un grande modernizzatore ed è UN GRANDE LEADER; Sarà ricordato tra i più grandi statisti in Italia e non solo...Io non nego niente, ne mi interessa trastullarmi più di tanto con storielle spesso decontestualizzate che fanno solo folclore, ormai è diventata una barzelletta continua sul governo, ma il bello è che la gente, cioè chi decide e SCEGLIE, ha dimostrtato di sapere bene quello che vuole: non essere (mal)governata dalla sinistra e affidare il Paese nelle mani di un centrodestra che si sta dimostrando e confermando all'altezza della situazione! Tutto qua....un caro saluto e buona giornata

Anonimo ha detto...

Allora
Senza prendere del comunista o altro........
Posto che e' una vergogna avere un premier pluri inquisito e pluri indagato (in USA, in Israele, in UK, mettetci il paese democratico che piu' vi piace) un politico prima si fa processare e ne esce pulito e poi resta in politica, non si fara' mai una legge per non farsi processare. Posto che l' Italia e' una dittatura in quanto una persona al comando detiene il 50% dell' informazione televisiva (abusivamente contro la corte dei conti e la corte costituzionale) e il 32% dell' informazione su carta stampata (anche qui andatevi a vedere una democrazia moderna e non troverete mai una situazione cosi' abberrante). Posto che dal 2001 al 2006 quando ha governato ha fatto crescere il debito pubblico smisuratamente non tocccando per niete le tasse.....
Posto tutto questo, mi fate sapere cosa ha fatto Berlusconi per il paese Italia? A quale modello si ispira? Il modello liberalista americano, statlista russo una via di mezzo? La scuola deve essere pubblica o privata? La sanita' pubblica o privata, scusate io non ho mai capito l' azione di governo. Faccio un esempio: la scuola. Fino al 2006 le tre i e i tre insegnanti erano la novita piu' assoluta....adesso la maestra unica o prevalente e il ritorno lla scuola coni grembiulini e i 5 in condotta sono il nuovo che avanza.......mi sa che non sembra esserci molta chiarezza, no?

Dario ha detto...

Caro sagliocco,
1-non ho capito perchè berlusconi non c'entra nulla con la legge che diminuisce le pene per le morti bianche. Ti ho citato una brutta legge di questo governo e stranemtne per te il CAPO del governo non c'entra nulla con questa legge. Che vuoi dire?
2-hai scritto "per me Berlusconi è stato un grande modernizzatore ed è UN GRANDE LEADER; Sarà ricordato tra i più grandi statisti in Italia e non solo...Io non nego niente ecc....". CHE C'ENTRA QUESTO CON I PROCESSI? Già ti ho scritto che tu evidentemente guardi solo ai risultati politici e te ne infischi delle vicende giudiziarie dei politici. E ti ho già scritto che sei libero di pensarla così. Tu però ti chiedevi come mai berlusconi non avesse mai ricevuto condanne e io ti ho riportato due semplici speigazioni: credo che quella relativa alla vicenda dell'autoassoluzione sia emblematica e lapalissiana ( e pure quella di mills, scommettiamo che il processo per belrusconi non vedrà mai la fine?). Mi sembra che al riguardo non mi hai risposto, assolutamente! Ti sei limitato a citare l'attività politica (giustamente per te ottima) di berlusconi. Ma che c'entrava col discorso? Saluti.
P.S.:lungi da me essere giustizialista! Non ho mai detto che berlusconi è colpevole, ho solo detto che sarebbe stato corretto sottostare ai processi (con le regole esistenti) così come fanno, hanno fatto e faranno TUTTI i cittadini italiani. Non dimenticherò mai il tentativo di bloccare i processi di una nazione per un solo processo! Il tutto in barba alla risaputa lentezza della giustizia italiana! Ma tutto ciò con la politica non ha nulla a che vedere.
Inoltre essere informato dei processi del capo del governo del proprio paese non credo sia una vergogna ma un vanto. Significa tenere a cuore le sorti dell'italia. Significa essere "controllori" attentissimi. O vogliamo mettere la testa sotto la sabbia? Mah....

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Su "Affari Italiani" il forumista che si fa chiamare "Anti Destra" mi ha accusato di essere il "prezzolato del presidente Berlusconi".
Io, non potendone più di questi continui attacchi ho raccontato una storia VERA, per fare capire l'ipocrisia del centrosinistra!
Nel 2001 ci furono le elezioni per la Provincia di Mantova. a contendersi la poltrona di presidente provinciale furono il dottor Maurizio Fontanili (centrosinistra, che vinse) e Tiziana Concordati (centrodestra).
Un giorno mi arrivò una telefonata da un esponente della Margherita di Roncoferraro che mi propose di fare della propaganda per Fontanili, in cambio di PAGAMENTO.
IO RIFIUTAI!
A buon intenditore poche parole!
Saluti Azzurri.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Al signor "anonimo" dico che la scuola deve essere meritocratica!
La sinistra ha abolito il voto in condotta, in nome del suo buonismo sessantottino ed i risultati sono stati un aumento del fenomeno del bullismo ed un'incapacità della scuola di formare i ragazzi.
Cordiali saluti.

Dario ha detto...

fucilone,
a me del voto in condotta non me ne frega un tubo e anzi sono d'accordo. Queste sono cavolate, sono piccolezze che non risolvono nulla. Magari fosse così! A me sarebbe bastato vedere aumentata la spesa per l'istruzione DOPO averla razionalizzata. Invece no: tutto è rimasto come prima però i tagli sono stati ingentissimi. Ricordi quando ti ho detto che i baroni con meno soldi nelle mani avrebbero tagliato i servizi fermo restando i loro privilegi? Ebbene all'università "L'Orientale" di napoli in seguito alla riforma, nella facoltà di lingue NON VI E' PIU' NEMMENO UN INSEGNANTE MADRELINGUA. E sai perchè? Perchè non ci sono soldi! I baroni anzichè diminuire i loro privilegi hanno provveduto ad eliminare le spese fondamentali! Grazie gelmini, grazie governo, non c'è stata alcuna riforma strutturale ma solo una "riforma" finanziaria che è consistita unicamente in tagli SELVAGGI E INDIFFERENZIATI. Io l'avevo detto e ne ero sicuro perchè nell'univeristà ci vivo tutti giorni. Che ne volevi sapere tu che MAI hai messo un piede in un'università???
Inoltre, sempre all'"Orientale" è stato eliminato il corso di studi arabo islamici che era il migliore d'italia e che attirava tanti studenti stranieri provenineti da tutte le parti del mondo. Il motivo? Sempre lo stesso: NO MONEY!
P.S.:sagliocco sarei curioso di sapere tu cosa pensi della situazione dell'"Orientale".

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

A Di Manto ricordo che il governo premierà le università più efficienti e che fanno un insegnamento di migliore qualità.
Quell'università di Napoli che ha citato non trarrà alcun beneficio.
Cordiali saluti.

Dario ha detto...

caro sagliocco,
purtroppo fucilone ignora che l'orientale di napoli è una delle migliori università d'italia soprattutto riguardo all'insegnamento delle lingue. Non a caso arrivano in quell'università tutti gli studenti cinesi che studiano l'italiano. Tutti prima o poi passano per l'orientale!E se l'"Orientale" di napoli subisce questi tagli così ingenti allora davvero non capisco quali siano quelle università efficienti che saranno primiate di cui parla fucilone. Me ne sa indicare qualcuna invece di sparare solgan senza senso? Ma io credo che fucilone ignori...ignori tutto...come sempre. Parla di università e di efficienza senza sapere cos'è un'università. Ma ha senso discutere con fucilone? Perchè spreco il mio tempo in maniera così sbagliata? Sai che faccio? Spengo internet ed esco: oggi è sabato e vado a bere un paio di cuba libre!!!
Saluti.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Ecco l'esempio di antoberlusconismo:
Di Manto!
Comunque, giovedì si saprà tutto sulla lista a Roncoferraro.
Saluti.

Dario ha detto...

caro sagliocco,
il caso dell'orientale dimostra come non si sia fatta alcuna riforma e cioè che non ci sia stata alcuna razionalizzazione (coe dicevo in passato). Infatti l'orientale trovandosi con meno soldi ha semplicmente tagliato i servizi agli studenti rimandendo INTATTI i privilegi baronali. Infatti i privilegi son rimasti tal quali, non c'è stato alcun cambiamento, alcuna razionalizzazione ma..ci sono stati solo tagli. E i baroni se ne infischiano: a pagare saranno gli studenti e cioè l'università italiana. O MI SBAGLIO??????Questo caso è emblematico!
COSA NE PENSI SAGLIOCCO?

Dario ha detto...

Sagliocco,
un'altra domanda. Ricordi la splendida riforma moratti? Un fallimento oggettivo, non c'è un solo studente, un solo professore, un solo preside o rettore che ne parli bene: Quella riforma fu una frana e contribuì a creare l'attuale situazione dell'università. Ebbene, la moratti credò ulteriori danni e oggi lo stesso partito dovrebbe risolvere i problemi che lui stesso ha contribuito a creare? Ecco perchè non ho fiducia nel pdl: si guarda avanti ma mai indietro, si ragiona come se il pdl fosse andato al governo ad aprile e che negli anni scorsi ci siano stati solo "gli altri". Ho ascoltatoo il discorso di berlusconi ha detto "cambieremo l'italia"...lo disse pure nel '94.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe

A Di Manto vorrei dire che nella classifica mondiale le nostre università sono messe male!
E l'università da egli citata non compare nemmeno.
Saluti.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Il Congresso si è concluso con un discorso per obiettivi, con l’indicazione di un’attività propulsiva verso le riforme e la modifica dell’organizzazione dello Stato. È stato ribadito l’impegno, per responsabilità di governo, a supportare tutte le possibili misure per fronteggiare la crisi: sostenere l’economia, difendere l’occupazione e promuovere lo sviluppo, senza lasciar indietro nessuno.

L’iniziativa per la riforma dello Stato e della seconda parte della Costituzione non sono un capriccio di Berlusconi: fanno parte di una reiterata iniziativa parlamentare. Sono passati 26 anni dall’istituzione della bicamerale del 1983, presieduta dal liberale Aldo Bozzi e vanificata con la caduta della legislatura. Ci ha provato D’Alema, con quella del 1997, naufragata nella furbizia di voler cautelare la casta dei magistrati. Anche la Riforma approvata in doppia lettura dal Parlamento nel 2005, dopo l’insediamento di Prodi nel 2006 e gli appelli apocalittici di un ex Presidente della Repubblica (con altro da dover spiegare agli italiani) – si parlò di divisione dell’Italia - è stata respinta dal referendum del 2006. Tra il 2007 ed il 2008 c’è stata la bozza Violante, quella che Veltroni voleva discutere in alternativa allo svolgimento delle elezioni politiche. Ora Franceschini sostiene che ci sia da pensare alla crisi economica! La Riforma è invece inderogabile perché non c’è un Berlusconi che vuole maggiori poteri per se, ma è l’Italia che deve dotarsi di strumenti più rapidi per uscire dall’immobilismo “per un Governo che governi ed un Parlamento che controlli”.

CARO DARIO, LASCIA PERDERE LA RIFORMA MORATTI (DI CUI NON SI DEVE PARLAR BENE, MA ATTUARLA BENE E BASTA) E L'ORIENTALE DI NAPOLI(DI CUI NON SO NULLA)...LASCIA PERDERE I FATTI CHE A TE SEMBRANO SBAGLIATI SECONDO IL TUO PUNTO DI VISTA E CERCA DI ESSERE LUNGIMIRANTE, COME BERLUSCONI..CHE DOPO 15 ANNI HA FINALMENTE RAGGIUNTO IL SUO SOGNO, FUSIONE "A CALDO" DI TUTTI I POPOLARI, LIBERALI, RIFORMISTI ASSIEME ALLA DESTRA EUROPEA, MODERNA E DI GOVERNO!!! Il partito del Popolo della Libertà ha mostrato d’essere la sintesi di una vasta fascia popolare con attenzioni differenti, ma con consistenti valori comuni.METTI IN GIOCO TUTTE LE TUE FORZE, VALORIZZA LE TUE CAPACITA' E VAI AVANTI CON MENO RABBIA VERSO I TERZI, E SEMPRE MAGGIORE DETERMINAZIONE!!
VEDRAI CHE ARRIVERA' ANCHE IL TUO MOMENTO...CERTO E', CHE COME ERAVAMO MESSI PRIMA, L'IMMOBILISMO PIU' TOTALE NON TI AVREBBE CERTO FAVORITO DI PIU' DI QUESTA GRANDISSIMA NOVITA' CHE E' IL PDL, CHE RAGGIUNGE OGGI IL 44% E TENDE AD AVERE IL 51!!!! VUOL DIRE CHE TANTO MALE,COME AFFERMI TU E ALTRI "ARRABBIATI" CON BERLUSCONI E IL MONDO INTERO, NON HA FATTO IN TUTTI QUESTI ANNI, SE E' RIUSCITO AD OTTENERE LA FIDUCIA E IL CONSENSO DELLA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI....Il partito del Popolo della Libertà ha mostrato d’essere la sintesi di una vasta fascia popolare con attenzioni differenti, ma con consistenti valori comuni....RISPETTIAMOLI!!!!
Un caro saluto

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

A me è piaciuto il discorso del presidente Berlusconi, specie quando ha parlato di noi giovani, delle donne e delle riforme
Mi è piaciuto il congresso in generale.
Ho visto che in prima fila ci sono molti giovani e questo mi fa piacere e ben sperare per il futuro.
Sono onorato di essere nel PdL
Saluti.

Dario ha detto...

Fucilone,
non sei stato pertinente e non hai risposto praticamente nulla. Infatti seguendo il tuo ragionamento allora dovremmo lasciare alla deriva tutte le università italiane pubbliche visto che nessuna di essere compare tra le prime al mondo. Effettivamente quel che si chiedeva alla politica era prorpio quelle di megliorarle razionalizzando le risorse e se del caso aumentandole. Io ti ho dimostrato con fatti concreti che tutto ciò non è avvenuto, tu invece non hai dimostrato nulla e non hai detto nulla. Inoltre non hai citato nemmeno una università meritevole di maggiori fondi e naturalmente IGNORI (come sempre) l'"orientale" che è insieme alla federico II una delle miegliori università del sud. Ma tu IGNORI...questo è il tuo problema. Ma ti ripeto: nei tuoi due post non hai detto NULLA. Non ti rispondo più, ho voglia di parlare con persone che non ignorano, che non sono scorrette e soprattutto stimolanti. Sinceramnete parlare con te sembra perdere tempo con un bambino che imparato a memoria quattro slogan e che dice sempre le stesse cose. Per te il "ragionamento" è una cosa aliena. Addio....e come sempre "mortifichi qualsisasi ragionamento" (quante volte te l'avrò scritto???)
Saluti sagliocco.

Dario ha detto...

Caro sagliocco,
tu hai parlato del pdl, ne hai parlato benissimo e hai in esso una grande fiducia. Lungi da me contestarti! Hai le tue idee e sei legittimato a pensare e scrivere ciò.
Io però ti ho parlato di un fatto concreto, di una situazione concreta, di una conseguenza concreta a pochissimi mesi dalla "riforma" (che riforma non è) Gelmini. Una coseguenza che avevo ampiamente pronosticato: ci sono stati solo tagli e nessuna razionalizzazione e con meno soldi i baroni hanno provveduto a tagliare i servizi agli studenti e non i loro privilegi. L'avevo ampiamente pronosticato. Se tu non conosci la situazione dell'orientale non significa che quella situazione non esiste.
Inoltre, se dici ancora che la riforma moratti debbe essere solo ben attuata allora ti dico che vivi un po' fuori dalla realtà perchè è stato un oggettivo disastro e prova ne è che TUTTI gli addetti ai lavori ne sottolinenao quotidianamente le nefaste conseguenze.
Ebbene, tu di fronte a tale situazione dici di "avere fiducia", di avere fiducia in berlusconi "che ha realizzato il suo sogno". Caro sagliocco, a parte che il sogno di berlusconi non è il mio sogno, ti dico (con un po' di amarezza)che coloro che anche di fronte a risultati politici pessimi (sto parlando esclusivamente delle riforme scolastiche) si limitano a dire "abbi fiducia" mostrano di essere ampiamente acritici verso l'apparato di potere che li governa. Io non sono acritico, sono super-critico e non ho fiducia in QUESTI POLITICI. Io non guardo ai sogni, alle ciacchiere, io guardo ai FATTI (che sono poi il cavallo di battaglia di berlusconi).
Non voglio essere troppo lungo: la situazione dell'orientale dimostra la falsità delle parole della gelmini. E' l'ennesimo colpo alla disastrata università italiana. I FATTI DELL'ORIENTALE SONO UN ESEMPIO CONCRETO. Si è mai vista una università di lingue (prestigiossissima!) senza inseganti madrelingua? Una studentessa cinese mi ha detto: "è assurdo, in cina sarebbe impensabile". Già, la cina....è ormai un altro mondo. Siamo noi ormai il terzo mondo dell'niversità: grazie governanti! E dovrei avere fiducia???Ma di che???
Saluti.

Dario ha detto...

Caro sagliocco,
voglio essere ancora più chiaro.
Obiettivo della riforma moratti era quello di accorciare i tempi di immissione dei giovani nel mondo del lavoro. Per questo motivo sono state introdotte le lauree triennali. Si doveva insomma guadagnare un anno. Ebbene (a parte tanti aspetti della riforma che sono assurdi e che non sto qui ad elencare) l'obiettivo è stato ampiamente fallito, oggi infatti al laurea trinennale non è considerata quasi mai come una laurea (non solo nel privato ma ADDIRITTURA IN TANTI CONCORSI PUBBLICI!!!) e quidni gli studenti sono obbligati a completare gli studi e cioè a fare altri due anni, dato che con la laurea triennale nessuno ti vuole. Insomma prima si studiava 4 anni, oggi 5. COme detto, obiettivo ampiamente fallito.
Non sono fatti questi? Non è questo un fallimento politico concreto ed oggettivo sotto gli occhi di tutti? E dopo appena 6-7 anni è necessaria un'altra riforma? Da parte dello stesso partito? Avere fiducia? E come si fa? Io non sono un militante, basta questo per non avere fiducia in questo governo, in questa politica....E ci mancava solo la gelmini, il parafulmini di tremonti: è toccato a lei il poco invidiabile compito di attirarsi le critiche del mondo scolastico a causa di tagli INGENTISSIMI E INDISCRIMINATI.
Fatti caro sagliocco, fatti.
saluti..

dario ha detto...

Caro sagliocco,
un'altra cosa: gli antiberlusconiani non sono soltanto quelli iscritti nei partiti di sinistra ossia i militanti. Antiberlusconiani sono anche tante persone che guardando la realtà del quotidiano, lavorando o studiando in settori che funzionano in maniera pessima si rendono conto e criticano aspramente quelle che di berlusconi sono ormai soltanto cacchiere. Parla di sogni, di cmabiamento...lo sta dicendo dal 94! E' la terza volta che è presidendte e tanti settori (come quello dell'istruzione) sono rimasti tali e quali, anzi sono peggiorati!E non mi venire a dire che la colpa è soltanto della sinistra, saresti ridicolo!Antiberlusconiana (o anti-pd, fa lo stesso) è la gente come me che toccando con mano la realtà si è rotta le scatole di politici (di DESTRE e di SINISTRA) che non fanno altro che sparare minchiate (scusami il termine). Dov'è la rivoluzione promessa da berlusconi nel 94 e nel 2001? Che fine hanno fatto quelle famose "tre i" che aveva PROMESSO avrebbero rivoluzionato la scuola??QUanti anni sono passati? QUante chiacchere sono state vomitate sulla gente? Caro sagliocco, "anti" non sono soltanto i militanti, ma anche tanta gente comune che forse capisce un po' di più rispetto all'italiano medio. E lo stesso vale per il pd. QUanto a risultati io tra pd e pdl non vedo nessuna differenza.
E mi sono rotto le scatole dicialtroni come fucilone che annebbiato dall'ideologia si permette di sparare sentenza su università che mai ha sentito e nelle quali mai ha messo piede! E' soprattutto per questo che non sopporto i militanti: danno sempre ragione al partito anche di fronte all'evidenza. E quando "l'eveidenza è troppo evidente" dicono..."abbi fiducia". Ma finiamola.....
Saluti

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Rispondo a Di Manto dicendogli che stando al mio ragionamento si devono premiare le università che lavorano bene.
Saluti.

dario ha detto...

Fucilone,
ti STRARIPETO: quali sono le università che lavorano bene? Io una te l'ho citata (l'orietale, una delle migliori del sud)e purtroppo ha subito tagli ingenti che ne hanno peggiorato la qualità e aggravando ancor di più il suo precario "equilibrio". Occorreva potenziarla oppure distruggerla? Se non vuoi sparare stupidi slogan privi di significato concreto ti RIpongo la mia domanda: conosci qualche università pubblica meritevole? E perchè l'orientale non è meritevole? La conosci per caso? Oppure...IGNORI (come seeeempre)?
Mortifichi qualsiasi ragionamento che voglia dirsi tale.
Saluti.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Sagliocco.

A Di Manto dico che, secondo il Times,l'università romana "La Sapienza" è al 40°posto (nel mondo) per le scienze naturali, al 60° per le materie umanistiche, al 111° nelle scienze sociali, al 145° per l'ingegneria e al 249° per la medicina e la biologia.
La "Bocconi" di Milano è all'80° posto e la "Federico II" di Napoli è al 228°. Quella di Bologna è al 173° posto.
Queste sono alcune delle migliori università, secondo il Times.
Purtroppo, nessuna di queste e né altre (come la Orientale) si trova nella "Top 10" mondiale.
Questo è colpa anche delle baronie che hanno speso e sprecato soldi pubblici nei loro intrallazzi.
La Riforma del ministro Gelmini serve a dire basta a ciò.
Cordiali saluti.

Dario ha detto...

Fucilone,
santo dio è proprio quello che hai scritto il problema! Se nessuna delle università pubbliche italiane compare tra le prime al mondo, il problema è proprio quello di risollevarle! Secondo il tuo ragionamento i sostegni devono andare alle università migliori: MA MI DICI QUALI SONO? Se nessuna compare tra le migliori al mondo, a nessuna diamo incentivi? E a tutte quelle che hai citato tagliamo fondi? INSOMMA, QUALI UNIVERSITA' VANNO AIUTATE? Vuoi vedere che il governo aiuterà le università americane e tedesche? E lascia stare i baroni!Il caso dell'orientale dimostra come le cose per loro non sono affatto cambiate! Hanno meno soldi? Tagliano i servizi ma non i loro privilegi.
Caro fucilone, stai rasentando la comicità: mortifichi qualsiasi ragionamento. E non butto giù uno slogan: te lo sto dimostrando col...ragionamento! Insomma: CHI AIUTIAMO? NESSUNO? mio dio che soggetto...
Saluti

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Leggi e sorridi!
Francamente, la cosa mi fa sorridere!
Guardando su google, ho notato che il Partito Democratico di Avigliana (Torino) ha preso spunti dal mio articolo su "Italia chiama Italia", quello che parla delle "Greenways".
Non solo questo, ma l'ha anche taggato.
Vai su google e troverai ciò.
Adesso anche il PD mi fa pubblicità!
Ma che mondo!
Cordiali saluti.

dario ha detto...

E il fucilone...
trovandosi alle strette, ignorando le università da aiutare, ignorò (lui ignora sempre) pure il mio post...
Saluti.
P.S.solo slogan e quando il discorso si fa concreto lui scappa...

dario ha detto...

Caro fucilone,
io ogni tanto ti insulto e non lo nego. Ma il fatto è che tu gli insulti li attiri come una calamita dato che sei un interlocutore scorretto. Quando sei alle strette continui a lanciare uno slogan senza motivazioni oppure svii il discorso oppure non rispondi più quando la tua malafede diventa troppo palese oppure cominci a mentire (come sul presunto favore di sagliocco e schepisi sulla proposta leghista di negare le cure ai clandestini, non è vero!). Emblematico è il discorso sulle università (non mi hai più indicato quali IN CONCRETO devono essere aiutate) e quello sui terroristi neri e rossi (non mi hai più spiegato perchè i rossi no e i neri sì). E purtroppo quando esasperi e irriti (PER NON ESPRIMERE UN PENSIERO dopo giorni di discussione) non resta che lanciarti delle offese. Inoltre ti rammento che pure tu mi hai offeso ripetutamente quindi siamo pari. Potrai dire che ho cominciato io, ma il discorso non cambia. E quanto ai sinistri maleducati, su affari ci sono tanti destri che fanno lo stesso....mi sono mai lamentato???Sono una persona matura che non frigna e non drammatizza per scopi personali.
Sagliocco mi scuso se ho portato vicende a te estranee sul tuo blog.
Saluti.
P.S.:fucilone si è mai chiesto perchè insulto SOLAMENTE lui???Solo lui e nessun altro! E' sclusivamente colpa sua: è scorretto e troppo in mala fede infatti il suo pensiero è troppo contraddittorio. Il suo problema è che non parte da un'idea per giudicare dei fatti ma fa il contrario: parte dai fatti (a seconda cioè di chi li compie) ed esprime un'idea. Il risultato? Centinaia di idee in contraddizione fra loro. Infatti è in grado di giudicare il medesimo fatto in due modi diversi (vedi terroristi rossi e neri!). E' irritante perchè fa (spero che non lo sia davvero) lo stupido. Poverino.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

A quella persona che risponde al nome di Dario Di Manto rispondo dicendo che io non l'ho mai insultato!
Lui ha sempre avuto un atteggiamento astioso e demagogico!
Io non ho paura di quel bulletto e gli consiglio di rileggersi tutti gli insulti e minacce che mi ha mandato!
Se io lo denunciassi..lo farei nero!
Quanto alla questione dei clandestini la mia idea è chiara.
Io sono per una lotta SERRATA all'immigrazione clandestina.
Io non ho mai detto che sui debbano fare morire i clandestini ma ho semplicemente detto che i clandestini devono essere sempre rimpatriati, anche forzatamente, se non bloccarli prima che entrino in Italia.
La gente è stufa dei clandestini e tu lo sai bene.
Anche molti elettori di sinistra sono contro i clandestini.
Al massimo e cure possono essere date SOLO a chi è in pericolo di vita.
Guarda che il mio pensiero è comune a molti.
E poi, di per sé, essere clandestino vuole dire non avere diritti perché un clandestino è una persona che per le istituzioni non esiste.
Inoltre, un clandestino entra illegalmente e, non avendo i diritti, per i motivi già citati, si espone al rischio di arricchire la manovalanza criminale o di aggravare situazioni come quelle degli stupri.
Cordiali saluti.

dario ha detto...

fucilone,
due ORRORI in poche righe:
1-"i clandestini non hanno diritti e non esistono per le istituzioni". Il sig, fucilone dà prova di IGNORARE (quante volte l'ho scritto?) che esistono dei diritti che sono riconosciuti a tutti gli UOMINI in quanto tali. Infatti si parla di diritti umani e non di diritti del cittadino. E chi non li riconosce come inderogabili non può che essere un incivile che si colloca al di fuori della CIVILTA' OCCIDENTALE. Fucilone si dimostra non diverso da un castro o da un ahmadinejad. Anche loro non rispettano i diritti umani!
2-"le cure vanno date solo a chi è in pericolo di vita". Il sig. fucilone ancora una volta IGNORA che il diritto alla salute è un diritto umano. E ANCORA UNA VOLTA non ha tenuto conto del cuore del discorso: SAGLIOCCO E' A FAVORE DELLE CURE AI CLANDESTINI SEMPRE E COMUNIQUE, proprio come me! E IO (proprio come sagliocco) sono a FAVORE DELLE ESPULSIONI IMMEDIATE.
Caro SAGLIOCCO (e stavolta mi rivolgo a te) sai dirmi che ne pensi a proposito delle cure ai clandestini, così cocludiamo una volta per tutte il discorso?
Saluti.
P.S.:come posso non offendere un fascista? Infatti anche i fascisti violavano i diritti umani. I fascisti però erano giustificabili, infatti all'epoca i diritti umani non erano stati ancora riconosciuti! Fucilone è un illiberale, si è svelato. E' un tipo alla borghezio insomma, no? SAGLIOCCO FATTI SENTIRE!!!

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Un clandestino agisce al di fuori delle istituzioni.
Di Manto non l'ha ancora capito.
Cordiali saluti.

dario ha detto...

Fucilone,
non hai risposto con precisione ai miei punti. In pratica non mi hai risposto quindi il tuo post conferma tutto quello che da sempre dico sul tuo conto. L'arte del ragionamento ti è estranea. Hai letteralmente ignorato le miei argomentazioni, questo dimostra l'inutilità di approfondire con te qualsiasi discorso.
Sagliocco, aspetto la tua risposta: sei d'accordo con me o con fucilone in merito alle cure da dare ai clandestini?
Prego fucilone di non rispondermi più, stavolta ha superato qualsiasi limite con quel post vuoto e francamente offensivo per qualsiasi interlocutore serio. Se non sapeva cosa rispondere poteva benissimo non scrivere nulla. Ma se non accetta la scofitta perchè scrive sui blog? Qual è il suo scopo?
Sagliocco ma ora capisci perchè ogni tanto lo insulto? Conduce all'esasperazione e uno si sente preso per i fondelli. Ho torto per caso?
Saluti.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Basta...non litigate più,la tirate troppo per le lunghe! Mio fratello è convinto che chi si "prende la ragione" sia superiore...io non la vedo così,per me non è fondamentale avere ragione,e non sempre è possibile dimostrare chi e perché abbia in realtà "ragione"...quindi direi di non arrovellarvi su una stessa cosa facendo di questa una ragione vitale...i clandestini sono tali perché non sono in regola e non dovrebbero stare qui..dopo gli adeguati controlli e le DOVUTE visite mediche (che credo vengano date a tutti indistintamente,nel momento in cui toccano terra provenendo dai loro paesi sui barconi...) vanno rimpatriati se non in possesso dei requisiti...vanno curati tutti quelli che ne hanno bisogno,e infatti ci sono drappelli medici e infermieristici che si occupano nei centri di accoglienza...polemica finita? Bene,andate avanti cercando di non insultarvi,perché è grazie alla ragione che noi uomini ci distinguiamo dagli animali..io capisco tutto ma non accetto gli insulti personali..sono meschini e non servono a niente! In più,depongono male..Ci vuole pazienza e spirito di umana sopportazione con un minimo di rispetto per gli altri,anche se hanno idee diverse dalle nostre e ci fanno girare le scatole..Chiaro??? Un abbraccio:-)

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Concordo con te nel dire che se una persona è in gravi condizioni è doveroso non farla morire e curarla.
L'ho sempre detto e quindi mi ritengo coerente!
Certo, un clandestino deve essere poi rimpatriato.
Clandestinità è sinonimo di illegalità e la gente ha paura.
E questo quello che Di Manto non capisce.
Ti do una chicca sul Comune di Roncoferraro.
Il Comune ha stretto un accordo con la cooperativa "L'Albero Magico".
Questa cooperativa sta aumemntando i costi del Comune, la cui situazione economica non è buona.
Infatti, il Comune guadagna poco più di 7000000 di Euro al mese ma ne spende il doppio.
Questa cooperativa, che lavora par il sociale, ha anche degli immigrati clandestini.
Quindi, bisogna capire che un cladestino è un costo.
Cordiali saluti.

dario ha detto...

Fucilone,
ancora una volta hai dato una risposta sbagliata, incoerente e schizofrenica. Tu non concordi con sagliocco infatti tu dici che vanno curati i clandestini IN GRAVI CONDIZIONI, sagliocco invece (COME ME) dice che i clandestini vanno curati SEMPRE E COMUNQUE e poi rimpatriati. E per favore smettila di scrivere che io non capisco che i clandestini vivono nell'illegalità e che devono essere espulsi. Mi hai stancato, l'ho scritto mille volte: i clandestini vanno ESPULSI CON RIGORE ma vanno trattai da esseri umani quali sono e quindi gli si devono riconoscere per prima cosa i diritti umani. Ti confermi ancora una volta scorretto infatti mi attribuisci pensieri che mai ho espresso. Sono contento però che sagliocco ha appoggiato la mia idea che contrasta pesantemente con la tua. Diciamo che hai fatto l'ennesima figuraccia. W la coerenza e la civiltà.
Saluti.
P.S.: caro sagliocco, io non litigo con fucilone per le sue idee ma unicamente per il fatto che è un interlocutore scorretto e questa "diatriba" ne è la prova evidente. E inoltre basta vedere me e te: abbiamo idee diversissime ma le esponiamo motivandole e quindi diventano idee legittime e rispettabili. Quando mai mi sono permesso di offenderti? Mai offendere per le idee altrui! Il fatto è che fucilone non ha idee ma si limita ad lanciare vuoti e stupidi slogan che poi non sa supportare con motivazioni.

dario ha detto...

fucilone,
sagliocco è d'accordo con me nel dare SEPRE E IN OGNI CASO le cure ai clandestini, quindi è inutile che cerchi di girare la pizza a tua favore. E' in disaccordo con te, quindi è inutile che su "affari" dici che sagliocco è d'accordo con la proposta leghista. E' palese, punto e basta.
Saluti.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Io a Di Manto non rispondo più!
Non vale la pena continuare a litigare con quel "signore" che ha bisogno del "nemico da abbattere" per avere un po' di visibilità!
Non si può essere legalitari quando si tratta del presidente Berlusconi e lassisti (se non buonisti) verso l'immigrazione clandestina che è illegale!
Io ho semplicemente detto che se una persona è in pericolo di vita va aiutata a non morire.
Ma l'immigrato clandestino deve essere buttato fuori o non fatto entrare.
Questo vuole la gente e noi l'abbiamo promesso!
Se non lo facciamo, noi rischiamo di perdere il consenso e vi potrebbe essere il rischio di un rafforzamento di movimenti estremi e soprattutto una "legittimazione" del razzismo e della "giustizia fai da te"!
Un immigrato clandestino, è esposto al rischio di diventare manovalanza per la criminalità e per il terrorismo e la gente è stufa di continuare ad assistere ad episodi come stupri ed altri crimini.
A Di Manto, voglio chiedere se è questo quello che vuole!
Cordiali saluti.

dario ha detto...

caro sagliocco,
ecco fucilone cosa ha scritto:"Ma l'immigrato clandestino deve essere buttato fuori o non fatto entrare". Ancora una volta ha fatto finta che al riguardo io la pensi diversamente. Non so più cosa dire, eppure ho scritto in italiano e credo in modo comprensibile. Il disaccordo è sull'inciviltà del negare le cure ai clandestini in quanto diritto umano, non certo sul fatto che i CLANDESTINI VADANO SBATTUTI FUORI DALL'ITALIA. Il post di fucilone conferma per l'ennesima volta la sua schizofrenia, il suo becero e irritabile modo di fare comunicazione. E' un interlocutore scorretto che spinge all'insulto in quanto fa finta di non capire e quindi non risponde MAI ai punti che il suo interlocutore mette in evidenza. Insomma, il solito fucilone. Inoltre se è in disaccordo con me, lo è per forza di cose pure con te: ma il suo schizofrenco ragionamento è in grado di fare miracoli! Infatti riesce ad essere d'accordo con te pure se tu la pensi IDENTICAMENTE a me. Che ci vogliamo fare....E' idiota o in mala fede? Ai posteri l'ardua (per modo di dire) sentenza....
Ciao.
P.S.:è tempo sprecato.

dario ha detto...

caro sagliocco,
dalle chiacchiere ai fatti: a forcella il tempo pieno non è stato garantito a tutti i richiedenti. E' quasi scomparso e in un quartiere come forcella tutto ciò è semplicemente devastante. Allora la gelimini ha mentito o no? Questi sono FATTI, sai bene che non sono un militante e che avrei scritto lo stesso se al governo ci fosse stato il pd, di pietro o altri. Allora, anche stavolta mi risponderai che bisogna avere fiducia e guardare a bocca aperta al sogno personale di berlusconi? MALEDETTI POLITICI, tutto ciò è intollerabile in un quartiere come forcella dove tempo pieno significa sottrarre i ragazzini dalla droga e dalla camorra! Maledizione!

dario ha detto...

Caro sagliocco,
cosa ne pensi? Spero che non mi risponderai con un "io non lo so". Infatti non sapere non significa "non esistenza di un fatto".....

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Caro Dario, che dire se non che il quartiere degradato "Forcella" di Napoli non è tutto il mondo...nè rappresenta tutta Italia..per fortuna!!!
Puo' capitare, e capita, anche nelle migliori famiglie che disagi preesistenti rendano vani anche gli sforzi fatti...:))
Ma questa piccola goccia nell'oceano, ammesso che sia come tu dici, pur deprecabile e sono d'accordo con te...rimane sempre una goccia nel deserto; Bisogna migliorare tutto,sempre di più, il più possibile, piano piano mi pare che qualcosa (oltre il caso specifico, ripeto, scandaloso) si vede....ocorre solo fiducia...Per concludere il festival delle ovvietà, non tutte le ciambelle riescono col buco, oppure meglio, non facciamo di tutta l'erba un fascio:)) Un caro saluto

dario ha detto...

Caro sagliocco,
credevo di essere stato chiaro nel senso che la scomparsa del tempo pieno a forcella è stato il risultato del taglio finanziario e di docenti che ha riguardato la nostra scuola. Riguardo alla scuola elementare infatti c'è stata l'eliminazione delle compresenze. E meno insegnanti significa meno ore coperte. E meno ore coperte significa meno tempo pieno. Per fortuna la matematica non è un'opinione, soltanto la gelmini era riuscita nel miracolo di far restare immuntato il tempo pieno a fronte di tagli di soldi e di personale. Ora però, dopo che dalle chiacchere si è passato ai fatti, ecco venire fuori la realtà. Ed è ovvio che questo non può riguardare soltanto una scuola, è ovvio che questa situazione riguardarà tantissime altre scuole. A meno di non voler sostenere il miracolo matematico della gelimini. Inoltre, caro sagliocco, ho una sorella che insegna al nord, alle elementari (non capisce nulla di politica e se ne disinteressa completamente!), e già da tempo mi ha detto che con l'eliminazione delle compresenze si è verificata una situazione paradossale: si devono ricoprire 80 ore, ma con il nuovo numero di insegnanti se ne riescono a ricoprire soltanto 66. Ancora una volta il miracolo matematico della gelmini si è rivelato fasullo.
Ma è possibile che non cambi idea neppure di fronte alla realtà dei fatti? Io ti parlo della mia realtà, questa conosco e di questa ti parlo. Tu invece di quale realtà mi hai parlato se non quella delle parole della gelimini? Se vuoi mi informo e ti riporto altri casi. Ma credo che sarà inutile, ecco quello che significa essere militanti: quando la realtà dei fatti non piace, ci si gira dall'altra parta come se nulla fosse.
Saluti.

dario ha detto...

Caro sagliocco,
una statistica data oggi dal TG1 dice che la stragrande maggioranza degli studenti prosegue con la laurea specialistica visto che con quella triennale si può fare ben poco (compreso nel settore pubblico).
Visto che obiettivo della riforma moratti era quello di accorciare i tempi di studio e inserire i giovani più presto nel mondo del lavoro, possiamo tranquillamente dire: OBIETTIVO FALLITO. Oggi infatti non occorrono più 4 anni per inserirti nel mondo del lavoro ma 5.
Allora caro sagliocco, era solo un problema di applicazione quello della legge moratti?
Ecco cosa succede quando si riforma un settore col disaccordo di TUTTI gli interessati senza ascoltarne le proposte(studenti, ricercatori, professori, rettori ecc...erano tutti contrari alla legge moratti! Non ho mai sentito un prof. o un ricercatore o uno studente parlarne bene!)
Spero che almeno su questo mi risponderai. Quando romperai il tuo silenzio di fronte alla REALTA'? Caro sagliocco, la fede politica purtroppo offusca la realtà, e quando poi la realtà ti sbatte contro allora ti giri dall'altra parte. Meno male che non sono un militante.
Ti ho scritto due post, spero in due risposte separate.
Saluti.

dario ha detto...

Caro sagliocco,
il silenzio continua....
Saluti.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Ciao Dario...nessun silenzio, non ho semplicemente niente da aggiungere a quanto già scritto in precedenza altre volte...il mio pensiero è chiaro e ora non vorrei trascinare all'infinito questa polemica..la vita va avanti, non ci fossilizziamo:)
un caro saluto e una buona giornata a te...

dario ha detto...

caro sagliocco,
alle mie argomentazioni supportate da fatti concreti hai opposto un semplice "abbi fiducia". E alla fine, vista la mia "insistenza" hai detto di non dover trascinare la questione all'infinito e di non fossilizzarci.
Insomma non hai risposto, tipico atteggiamento del militante che di fronte alla realtà si volta dall'altra parte e fa finta (anzi si autoconvince) di non vedere nulla.
Secondo me discutere non significa fossilizzarsi e nemmeno fare questioni. Una discussione può durare anche gioni, mesi, anni addirittura, se è una discussione intelligente e pertinente. Mi dispiace ma ripsondere con "abbi fiducia" non rendeva la discussione intelligente e forse è stato meglio chiuderla.
Caro sagliocco reata il fatto che hai omesso di ripsondermi su questioni concrete e precise, tu sei un po' fucilonizzato. Ma che senso ha avere un blog allora? Che senso ha scrivere e poi non rispondere?
Mi ritengo fortunato a non essere un militante.
Saluti.

dario ha detto...

Caro Sagliocco,
ultima notizia:
in seguito ai tagli della gelimini alcune università hanno pensato bene di limitare le lezioni a 5 giorni su 7 anziché 6 su 7. Insomma, per risparmiare denaro il venerdì pomeriggio si chiudono i battenti, alla faccia degli studenti lavoratori che frequetano i master (ma l'univ non doveva essere legata al mondo del lavoro?) e degli erasmus.
Ma che fine stiamo facendo? Siamo in italia oppure in africa? In quale paese industrializzato si RIDUCE la formazione?
Ecco i fatti concreti che in meno di un anno stanno demolendo quella irritabili chiacchere della gelimini. Il quadro è chiaro: l'univerità italiana è al capolinea e, come ampiamente previsto, i tagli si stanno scaricando sulla qualità dell'università anziché sui privilegi dei baroni che restano tali e quali a prima. Ma dopo tutto, caro sagliocco, come è possibile fare una riforma migliarativa partendo dai tagli prima ancora che dalla razionalizzazione?
Ma che stupido che sono....bisogna aver fiducia!
FATTI CONCRETI, caro sagliocco, FATTI CONCRETI.
Saluti.
P.S:e per dimostrarti che non sono in mala fede: ottima è stata l'istituzione dei licei musicali. La musica in italia è una disciplina dimenticata e occorre avvicinarci agli altri paesi europei (sempre che ciò si accompagnerà ad una riforma dei conservatori. In caso contrario l'isituzione dei licei musicali sarà stata inutile).

dario ha detto...

Caro sagliocco,
io cerco di riportarti fatti della realtà che forse, visto il tuo lavoro, non conosci bene. Se ti dà fastidio non c'è nessun problema. Dimmelo e non ti scriverò più a riguardo.
Salauti

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Nessun fastidio Dario...che fastidio? Capisco il tuo fastidio e la tua rabbia, stando dentro quel mondo...ma quel mondo è solo la EVOLUZIONE di tutti i guai del 68, secondo me..La scuola si è sempre trattata, DA TUTTI INDISTINTAMENTE, come una cosa superflua, abbandonandola nei decenni sempre più nelle mani della sinistra ; la stragrande maggioranza dei lavoratori della scuola è stata formata alla maniera sinistra e molti guai nella scuola sono strascichi di un passato ce la sinistra ha contribuito a rendere pessimo per la scuola e l'università!! La Gelmini ha trovato una situazione scandalosa e ha DOVUTO prendersi onori ma anche oneri intervenendo per trovare la quadra al dissesto che la politica di sinistra ha portato nelle scuole, creando piu' insegnanti dei poosti necessari e contribuendo a ingrossare un precariato che è senza controllo e che TUTTI NOI dobbiamo pagare...ecco che si va fuori dai binari e occorre intervenire? I Tagli? se sono necessari, a quanto pare si, ben vengano ma che portino a un complessivo riassestamento e revisione della scuola e della università...abbiamo appena iniziato, vedremo piu' avanti diamo tempo al tempo!! Resta la tua rispettabilissima opinione che non faccio fatica a rendere pubblica, pur non conndividendo nel merito; Infatti siamo ancora in una fase embrionale, è tutto da vedere, verificare e correggere ancora...aspettiamo e vediamo, questi sono solo gli inizi:))

dario ha detto...

Caro sagliocco,
due cose:
1-non è vero che siamo agli inizi. Berlusconi è la terza volta che è presidente del consiglio. E riguardo alla scuola, il governo ha già fallito miseramente due volte.
2-se la riforma gelmini era solo tagli, bastava dirlo subito e non fare assurde promesse che litigavano con la matematica. Ecco tutto, bastava un po' di chiarezza e realismo, non dico da parte del governo (figuriamoci!) ma dai militanti del pdl. Basta vedere i primi post successivi alla riforma gelimini: sembrava dovesse cadere manna dal cielo. Io lo dicevo dall'inizio, infatti sto solo ripetendo quel che ho sempre sostenuto: il primo passo della "riforma" è stato solo TAGLI E NULLA PIU'. A quanto pare, anche tu adesso stai convenendo con me.
Un'ultima cosa: sarei contento per te se pronunciassi una frase: la moratti ha fallito.
Saluti.

dario ha detto...

Caro sagliocco,
contro il muro reale del fallimento moratti ti volti ancora dall'altra parte come nulla fosse? Sei prigioniero inconscio della tua militanza? Guarda che criticare i proprio il partito è sintomo di intelligenza mica di stupidità!

dario ha detto...

Muto!
La moratti non si critica, il partito non si critica,il capo manco a parlarne. Il triste destino dei militanti: uomini o mezzi uomini? Chi recepisce acriticamente le direttive altrui non è un uomo ma un automa. E voi militanti mi fate rabbrividire. QUando la realtà è troppo grande scegliete il silenzio.
SONO UN UOMO LIBERO.

dario ha detto...

Incredibile che tu non ammetta il fallimento della riforma moratti. La storia ha espresso il suo giudizio: la riforma ha fallito. SI volevano accorciare i tempi di ingresso nel mondo del lavoro e invece si volevano allungare di un anno. Un'ulteriore informazione: all'università di napoli e benevento il 3+2 è orami scomparso a causa della sua improponibilità. Si è sostituito con uno "stupendo" 1+4 (sic!) che sarebbe un ritorno all'antica ma con...un anno in più. Il triennio non seve a nulla: anche la stragrande maggioranza dei concorsi pubblici per laureati richiede la laurea completa (ossia la vera laurea). Con le lauree triennali si eraa stravola (come da tutti annunciato!) l'attività didattica: decine e decine di esami in pochi anni, uno stupido tirocinio che si traduceva nell'inghiottire polvere in una biblioteca e una stupidissima tesi di 30 pagine. MA TU MUTO! IL PARTITO NON SI CONTESTA, MAI! Sembri un cinese o un seovietico vecchio stampo. Lo stano destino dei "liberali" del pdl....