venerdì, settembre 25, 2009

ANNOZERO...la fiction è ricominciata


Ieri sera sono finalmente riprese le infinite puntate della fiction Annozero.
Il Santoro è arrivato a paragonarsi ad un martire cristiano (che faccia tosta da un areo a 360°);
Il Travaglio (sempre più somigliante ad un serpente anche nell´aspetto) ha preso a lanciare qua e la la sua lingua biforcuta con abbondanti sputi di rabbioso veleno;
Il Santoro fa pubblicità (gratuita grazie alla Rai) al giornale dell´amico Travaglio e gli fa ovviamente pubblici auguri;
La direttrice dell´Unità che interrompe chiunque non sia del suo colore e con una arroganza molto "democratica" finge di non arrivare a capire che il lodo Alfano non significa impunità per le cariche istituzionali ma è solo una sospensione del processo finchè dura la carica, recita a meraviglia le sua parte (secondo il padrone di casa);
Franceschini finge, grazie all´assist di Santoro, di preoccuparsi per la libertà di informazione e di stampa e il coro dei "martiri" si accoda;
Santoro che quando Feltri insiste dicendo che ha riportato una sentenza fa finta di non sentire e cambia argomento (in questa tattica è un maestro);
Tutti a fingere di non essere interessati al gossip ma va in onda una lunga intervista alla D´Addario e il gossip e le presunte gioie del premier sono l´unico bersaglio che colpiscono non avendo convenienza a parlare di fatti e azioni di governo;
Grazie al suo fido vignettista rosso, Santoro riesce a ironizzare anche sulle bare dei militari avvolte nel tricolore.

Ci possiamo fermare perchè il resto è tutto sul ben noto copione.
Bravi, potete andare alla prossima puntata.

... A proposito di chi si lamenta per la mancanza di democrazia..libertà di stampa... ecc. Tutto ciò cosa è? Libertà di infangare e insinuare?

4 commenti:

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Caro Giuseppe.

Ho visto "Annozero" e devo dirti che è stato un brutto spettacolo.
E' stata una trasmissione orchestrata per far fare bella figura a Franceschini.
Infatti, quando parlava il segretario del PD, la gente applaudiva.
Quando parlavano gli altri non diceva nulla o rumoreggiava.
Cordiali saluti.

dario ha detto...

sul lodo alfano (cheè stato forrtunaetamente dichiarato incosotituzionale).
Qui non si parlava dell'opportunità o meno del lodo, questa la decide il parlamento che è sovrano. Qui si parla della sua legittimità, nel senso che in alcuni settori (quello costituzionalo) non basta la maggioranza parlamentare ma la maggioranza degli italiani. Infatti prevedere un'eccezione all'art. 3 Cost. può farlo solo la...Costituzione, che non può essere modificata da una semplice maggioranza parlamentare. Non a caso l'immunità parlamentare era scolpita nella...Costituzione. La nostra Carta rimaneva l'ultimo baluardo che berlusconi intendeva affondare. Per fortuna ha resistito, non ce l'ha fatta, ormai è troppo vecchio, anche se in galera purtroppo non ci finirà mai: ormai sarà un attacco quotidiano al diritto processuale, si cercherà ogni giorno di introdurre nuove leggi rivolte a salvargli la pelle grazie ad un parlamento asservito. Peccato per la riforma della giustizia che manco stavolta si farà, peccato per...la Giustizia (quella con la G maiuscola) che nel nostro paese dovrà pazientare chissà ancora per quanto tempo. Berlusconi è il conflitto di interessi in persona, non può governare il paese. Non è colpa dei giudici, non è colpa dell'opposizione, è colpa sua...Lui stesso ha detto che non ptorà dedicarsi appieno al nostro paese, che aspetta a dimettersi? Ma poi dico io: è colpa dei giudici e dei giornalisti se va a mignotte o se il rappresentante di fininvest corrompe un giudice e fa beccare una mega-multa alla sua società? Sono cavoli suoi, problemi suoi, che c'entriamo noi? Non può dedicarsi al paese? Se ne vaaaaaada!!!

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Caro Dario...non è successo niente, stai tranquillo il Premier va avanti a tutta forza...siamo al 68.7 di popolarità, pur dopo le calunnie, il gossip e questo lodo...La bocciatura del lodo Alfano pone alcune riflessioni che voglio fare;
per prima cosa la sentenza della consulta rispetto alla precedente decisione della corte sembra smentire se stessa; infatti nella precedente decisione infatti l'alta corte non aveva accennato al fatto che questa legge dovesse essere costituzionale e non ordinaria,cosa che ha fatto oggi con questa sentenza.

A me sembra che questa decisione sia piu' politica che tecnica e ritengo quindi che questa corte non sia piu' costituzionale perché smentendo la sua giurisprudenza ha emesso una decisione politica.

E' chiaro che Il governo che ha preso i voti degli elettori deve continuare a fare il suo lavoro: occuparsi dei problemi degli italiani e continuare a governare a fare tutte le riforme compresa la riforma della giustizia ma cosi' necessaria; la cosa piu' fastidiosa e' che ora il premier oltre ad affrontare i molti problemi che il paese ha dovra' anche dediarsi a dei processi di cui si poteva occupare tranquillamente alla fine del suo mandato.
Confido nel fatto che essendo Berlusconi capace di gestire molte cose sara' in grado di fare ache questo ed e' compito di tutti noi che lo soteniamo,di far sentire al presidente tutto il nostro appoggio.

Quindi concludo dicendo Forza Silvio siamo tutti con te!!!!

dario ha detto...

Il italia non vige la vincolatività dei precedenti giudiziali e la Corte non era composta dagli stessi giudici dell'altra volta, quindi non c'è stato nulla di strano.
RItegno invece gravissimo che berlusconi abbia detto "napolitano doveva telefonare i giudici...", Ma è matto? Pretendeva che la sentenza della Corte fosse anche formalmente politica? Non ha alcun senso delle istituzioni democratiche, questo è il problema!
A parte questo, se il lodo alfano costituiva un'eccezione all'art. 3 Cost, allora la semplice maggioranza non bastava, quindi la Corte ben ha fatto ad annullarlo. Che interessa a chi non ha votato berlusconi che avrà dei problemi a governare? Peccato o non peccato c'è la legge suprema che decide tutto e berlusconi certamente non può fare quello che vuole! E' un provocatore, uno che semina odio nelle istituzioni, mai un premier aveva usato queste parole e mai era stato attaccato così ingiustamente il presidente della repubblica! E' arrivato a dire che napolitano è di sinistra: ebbene, qual è il problema? E' stato eletto dal parlamento sì o no? E' stato eletto democraticamente? Si sta comportando fino ad oggi in maniera imparziale? E allora che vuole? Berlusconi è un'anguilla nel sistema democratico, oggi ne sono più che mai convinto! E senza considerare la sua alta immoralità: un uomo di 73 anni che scopa diciottenni e che candida mignotte nel suo parito...che schifo! Ma che fine abbiamo fatto? Questo è il vostro modo di essere? Complimenti!
E parlando per un attimo di politica concreta: il governo ha resistuito i lavori della tav alla società che li aveva prima e alla quale erano stati tolti perché stava consumando la più grande truffa della storia italiana: 2 milardi all'anno di debito per 30 anni! Alla faccia delle opere che si pagano da sole! E sai il ministro matteoli che ha fatto alla specifica domanda del giornalista? ha abbassato la testa e se ne è andato! Ma quali riforme: il governo sta tagliando a destra e a manca, mentre tutto procede come al solito e cioè le solite sanguisughe amiche della destra e della sinistra fregano le risorse pubbliche, i nostri soldi! Ma che vadano al diavolo tutti i militanti: sono gli stupidi sui quali si costruisce e si consolida il potere (corrotto). Andate al diavolo!