sabato, giugno 28, 2008

La vera giustizia: rispettare la volontà dei cittadini

Se il premier dovesse occuparsi delle udienze, farebbe un buon servizio a se stesso ma un cattivo servizio al Paese... Credo che questa iniziativa legislativa possa portare un elemento di equilibrio in più verso un ordinato e sereno assetto tra i poteri dello Stato...

Il disegno di legge, approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, prevede la sospensione provvisoria dei processi per le alte cariche dello Stato...
Il provvedimento prevede la sospensione dei processi per il Presidente della Repubblica, il Presidente del Senato, il Presidente della Camera e il Presidente del Consiglio, per i reati che non riguardano il loro incarico istituzionale....

Queste disposizioni sono un valore per la democrazia, perché sono utili al buon funzionamento delle istituzioni e al sereno svolgimento del mandato che cui le alte cariche dello Stato sono state demandate dal voto popolare...
Non si tratta di cancellare i processi, ma della loro sospensione temporanea, come avviene per esempio in Francia, per evitare quell’uso strumentale della giustizia come strumento di lotta politica che da troppi anni avvelena la vita politica del nostro Paese... Dopo ogni vittoria elettorale di Berlusconi e vengono accelerate iniziative giudiziarie rivolte alla delegittimazione e alla caduta del governo voluto dagli elettori....
Un esito sovversivo, che deve essere evitato!!!
Saluti azzurri

12 commenti:

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

Condivido in pieno la linea del Governo e ritengo che si debba fare qualcosa per questa giustizia sgangherata.
In Puglia sono stati scarcerati dei boss della criminalità, per decorrenza dei termini, a causa della lentezza della giustizia.
Questo fatto è vergognoso.
Se si fosse fatto prima il decreto, questo episodio non sarebbe mai accaduto.
Anche per questo dico anche che l' Onorevole Antonio Di Pietro stia tenendo un comportamento inaccettabile.
Lui ha riportato indietro le lancette della storia e ha ripristinato il periodo dell' odio personale verso il presidente Berlusconi.
E Veltroni?
L' ex sindaco di Roma ha preso come modello l' ex pm di "Mani Pulite", perché nell' opposizione non ha alcun potere.
Cordiali saluti.

Miryam ha detto...

Caro Giuseppe, non sono per niente d'accordo e non solo per berlusconi, anche se è palesemente evidente che queste norme,sul tavolo del CdM, sono esclusivamente per il premier.
A mio avviso proprio chi ricopre un ruolo istituzionale non dovrebbe sottrarsi alla legge.
Poi i processi non verrebbero solo sospesi ma cadrebbero in prescrizione.
Inoltre, trattasi di procedimenti, Mills, non avviati da giudici italiani, quindi è una colossale boutade quella della magistratura sovversiva.
Come avreste reagito voi destri se, all'epoca, dell'indagine su Prodi, questi avesse proposto una norma per bloccare le indagini?
Prodi disse sinceramente che aveva piena fiducia nella giustizia.
La riforma della giustizia va fatta, ma dando maggiori risorse alla magistratura e stabilendo un accorciamento dei tempi processuali.
Quello che sta tentando di fare il premier è scandaloso.
Sul mio blog c'è un link "cosadiconodinoi" se te lo vai a guardare leggerai delle opinioni negativissime all'estero.
Anche Famiglia Cristiana ha espresso parere negativo(ho un commento sul mio blog)....Fischi all'assemblea della cisl, fischi alla Confesercenti....e non finisce qui.....
Che la gente si stia cominciando a svegliare?????
" ‘ccà nisciunu è fesso!"
diciamo a Napol......non tutti gli italiani lo sono, neanche quelli che credevano che berlusca fosse un pò cambiato.
Ciao.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Cara Myriam, io non parlo naturalmente di qualcuno dei tantissimi magistrati che ogni giorno fanno in silenzio il proprio dovere,che non hanno crisi di autostima se non compaiono sulle prime pagine dei media, se non partecipano ad assemblee di partito o ai social forum, o non si auto eleggono “rappresentanti della società civile” , ma di un magistrato piuttosto noto alle cronache giudiziarie e non, ora parlamentare nelle fila del partito democratico, il giudice Felice Casson, che sembra aver compreso appieno gli effetti della deriva politica di una parte della magistratura in questa intervista al Corriere Della Sera....
Definisce la magistratura «un mondo ormai autoreferenziale». Addita il Csm di «comportamenti poco chiari, ai limiti della correttezza e della legittimità istituzionale». Eppure non è il Cavaliere e nemmeno un suo famiglio. Anzi, in passato era considerato una «toga rossa».... Ora Felice Casson è senatore del Partito democratico. E se una voce di sinistra decide di criticare quelli che un tempo erano suoi colleghi, non è per sostenere l'offensiva di Silvio Berlusconi semmai per scongiurarla, per impedire che faccia definitivamente breccia nell'opinione pubblica, «dove i giudici riflettono un'immagine negativa»... Perché sarà pur vero che è riapparso il «Caimano», ma è altrettanto vero che sono state anche le toghe ad evocarlo, e con i loro «gravi errori» si sono resi corresponsabili del clima di scontro istituzionale: «E comprendo il tormento del capo dello Stato, immagino la sua difficoltà a gestire una situazione in cui c'è chi aggredisce e chi sentendosi aggredito aggredisce a sua volta»...
«Il Csm è lo specchio dei magistrati. Basta vedere cosa riflette. C'è un eccesso di esternazioni. C'è un'evidente volontà di fare attivismo politico... Per esempio, che senso aveva far trapelare la bozza del parere sulla norma blocca- processi? E quale logica celava? O è stato fatto senza pensarci, o c'erano fini politici... In entrambi i casi è ovvio che venga criticato questo protagonismo deteriore». Il dato grave è che l'organo di autogoverno dei magistrati gli appare senza controllo, perché «il vice presidente Nicola Mancino non ha alcun potere sui membri togati, che nella loro testa si sentono totalmente autonomi».... E c'è un solo modo per restituire ordine alle cose, «riacquisire un senso di responsabilità personale e istituzionale... Altrimenti, se il Csm non sarà capace di intervenire per sanare le sue storture, sarà la politica ad intervenire sul Csm».
Noi proponiamo un organismo autonomo per la parte disciplinare. Così come siamo in procinto di presentare un pacchetto sulle intercettazioni con norme più restrittive che ne impediscano la divulgazione»....
Parte ricordando «le mie indagini sul terrorismo. Allora non usai le intercettazioni. In altre inchieste sì. Dipende comunque dalla professionalità dei singoli magistrati...
Nei riguardi del premier non c'è accanimento giudiziario, c'è forse una concentrazione eccessiva... Diciamo che c'è molta attenzione (toh chi l'avrebbe mai detto).
Capisco Milano... Siccome si sono concentrati sul filone economico-finanziario, vanno avanti seguendo quel filo. E magari il filo conduce verso situazioni da accertare. Ma Napoli... Rispetto a Milano è un'altra storia... Insomma, non si può passare la vita ad intercettare veline».
«È giusto che il premier assolva il mandato degli elettori, e mentre sono contrario alla norma blocca - processi, non mi scandalizza l'idea di uno "scudo" per le alte cariche istituzionali, sebbene pensi che debba essere varato con una legge costituzionale....
«Io mi preoccupo della politica. Perchè non voglio aspettare Berlusconi davanti al tribunale di Milano, voglio aspettarlo e batterlo nell'Aula del Parlamento».
Ogni ulteriore commento mi sembra superfluo, ma in conclusione c’è una notizia che vale la pena di segnalare, mentre la procura di Napoli intercetta veline&affini trascrivendo circa novemila telefonate( si novemila,avete letto bene) per scoprire l’acqua calda, in provincia di Foggia, per decorrenza dei termini,a causa (udite udite) della mancata trascrizione delle intercettazioni ambientali, alcuni pericolosi criminali appartenenti alla mafia garganica, sono stati rimessi in libertà....
Nessuna meraviglia dunque che i cittadini siano schifati da questa magistratura che rappresenta ormai una casta autoreferenziale, inefficiente e in buona parte politicizzata,quello che meraviglia è che ci sia un 20% che ancora le da credito....
Urge un “drizzone”, bisogna rimettere mano alla riforma dell’ordinamento giudiziario, ora,subito, per dare efficienza e razionalità agli uffici con una burocrazia che prevede capiufficio e responsabili, carriere per merito ed esami non per anzianità, separazione totale e definitiva delle carriere tra PM e magistrati giudicanti , riforma dei regolamenti di assegnazione e di trasferimento, e in caso di conclamata incapacità nomina di manager per l’amministrazione degli uffici giudiziari, non è possibile infatti che a fronte di una spesa assolutamente in media con tutti i maggiori paesi dell’Unione Europea, ci siano risultati così deludenti e tanta inefficienza, poi riforma del CSM ecc. ecc.
Solo così si potranno restituire i magistrati al loro compito che è quello di occuparsi dei processi e forse tra qualche lustro riusciremo ad avere dei giudici veramente terzi, probabilmente la casta strepiterà e magari farà anche qualche serrata in vista della riduzione di privilegi considerati ormai intoccabili,che facciano pure, tanto peggio di così non potrà andare....
“ E’ QUESTO IL VERO CANCRO DA ESTIRPARE” , forza Presidente Berlusconi ora o mai più....Ciao bella

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

Spero che il messaggio le arrivi.
Stanotte c'è stato un nubifragio (con tromba d' aria) che si è abbattuto sul Mantovano e su Roncoferraro.
Ci sono stati dei danni e credo che ne abbia risentito anche la rete.
Infatti oggi non riesco a collegarmi con efficienza.
Riguardo l' argomento, il presidente Berlusconi non ha detto che la magistratura è il cancro da estirpare ma ha detto che LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA è il cancro da estirpare.
Purtroppo però vedo che a Sinistra si strumentalizza e si dicono cose non vere.
Intanto, secondo statistiche molto attendibili, circa 6 italiani su 10 sono della scontenti della magistratura.
Tra la lentezza dei processi e l' incapacità di alcuni giudici, tale malumore è legittimo.
Le rinnovo l' invito ad andare su Google e a digitare il mio nome.
Potrà trovare del materiale che potrebbe interessarla per questo suo bel blog.
Saluti...azzurri.

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

Le devo segnalare un grosso intoppo.
Su internet c'è un personaggio che sta creando parecchi problemi.
Questo personaggio risponde al nome di Massimiliano Gandini ed è un esponente del "grillismo" e ha molte simpatie per Di Pietro.
Questo signore ha fatto una lettera sul sito www.italiachiamaitalia.com.
Con tale lettera ha attaccato il signor Ricky Filosa, direttore del succitato portale, ed il sito stesso, facendo delle accuse assurde.
Io ho commentato tale lettera, sempre sul sito del signor Filosa.
Il giorno dopo il Gandini ha iniziato ad invadere la mia casella di posta elettronica con i suoi messaggi assurdi e ha attaccato il sottoscritto ed il signor Filosa, accusandoci di FAZIOSITA'.
Non so come abbia fatto ad avere il mio indirizzo di posta elettronica.
Tra l' altro, anche lo stesso signor Filosa ha subito attacchi del genere.
Inoltre, in qualcuno dei suoi messaggi, il Gandini ha parlato anche di RIVOLTA POPOLARE, "in perfetto stile Beppe Grillo".
Ha lanciato attacchi contro il presidente Berlusconi (come fa Di Pietro) contro il sito www.italiachiamaitalia.com e contro il sottoscritto.
Quindi, voglio mettere in guardia lei e tutti coloro che visitano questo blog.
A chi riceve messaggi dal Gandini, dico che farebbe bene a non rispondere.
Anzi, gente come il Gandini va isolata.
Voglio, inoltre, rinnovare la mia stima verso il signor Ricky Filosa, una persona competente e seria, che sta facendo un ottimo lavoro con il suo sito www.italiachiamaitalia.com.
Anzi, invito tutti a visitare tale portale che è pieno di tante informazioni e che può essere un' ottima "piazza virtuale di confronto".
Signor Sagliocco, se il Gandini dovesse attaccare anche questo blog, prenda pure provvedimenti.
Io, che ho già preso qualche provvedimento, l' appoggerò!
Cordiali saluti.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Buongiorno, caro Gabriele,ho visto...letto e preso atto!!
Faro' quello che è nelle mie possibiltà onde evitare sempre questi tentativi di sopraffazione e intimidatori da parte di certi signori che NULLA hanno di democratico, anzi sono i peggiori sovversivi!!!
ANDIAMO AVANTI, e grazie sempre per le preziose segnalazioni....Saluti azzurri

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

Ieri, nella trasmissione "Iceberg" (in onda su "Telelombardia-Antenna3") ho visto ad una litigata tra il Senatore dell' Italia dei Valori Francesco Pancho Pardi e l' Onorevole Daniele Capezzone.
Devo dire che Pardi ha dato sfoggio ad un "linguaggio forbito".
Ha dato del "rompic.....i" a Capezzone, il quale ha detto delle cosine interessanti su Di Pietro.
Forse, prima di giudicare gli altri, i vari Di Pietro e Pardi farebbero bene a guardare in casa propria.
Cordiali saluti.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Buongiorno, non ho visto la puntata purtroppo, ma immagino già cosa sia potuto venir fuori...nuiente di nuovo direi....se non un becero represso sinistroide fallito come Pancho Pardi...Degno erede di quel giustizialista Kapo dell'IDV di cui non voglio far nemmeno il nome per quanto mi da ribrezzo il personaggio!!!
Capezzone, valente e preparato riformista e portavoce del PDL avrà dovuto faticare le classiche 7 camice per tenere a freno la lingua dell'amico di Travaglio, Gomez, girotondini, grillini e compagnia cantante...Che ce voi fa...dicono a Roma...so' ragazzi....Buona giornata a te, Gabriele

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

Buongiorno, non ho visto la puntata purtroppo, ma immagino già cosa sia potuto venir fuori...nuiente di nuovo direi....se non un becero represso sinistroide fallito come Pancho Pardi...Degno erede di quel giustizialista Kapo dell'IDV di cui non voglio far nemmeno il nome per quanto mi da ribrezzo il personaggio!!!
Capezzone, valente e preparato riformista e portavoce del PDL avrà dovuto faticare le classiche 7 camice per tenere a freno la lingua dell'amico di Travaglio, Gomez, girotondini, grillini e compagnia cantante...Che ce voi fa...dicono a Roma...so' ragazzi....Buona giornata a te, Gabriele

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

Da cattolico sono sdegnato dalla manifestazione di Antonio Di Pietro.
Come si può offendere il Papa?
Di Pietro non poteva non sapere che qualche suo manifestante avrebbe fatto così.
Penso che ieri sia stata una pagina nera per il nostro Paese.
Saluti Azzurri.

GIUSEPPE SAGLIOCCO ha detto...

http://www.affaritaliani.it/forum/ è la nuova pagina dei forum di affaritaliani, caro Gabriele...QUANTO A LORSIGNORI, I SOLITI SINISTRI FIGURI...CI DOBBIAMO SEMPRE RIPETERE...SONO DEI MAIALI INSOLENTI E DEI DELINQUENTI DELLA PEGGIOR SPECIE, DEI MESCHINI DI NATURA...E' GENTAGLIA!!! INDEGNI E SQUALLIDI IN OGNI LORO MANIFESTAZIONE...

Antonio Gabriele Fucilone ha detto...

Egregio signor Sagliocco

La ringrazio per il nuovo indirizzo del forum di "Affaritaliani.it".
Certo che ci sono certi forumisti che non hanno alcun ritegno!
Come si fa a difendere una magistratura che spesso è indifendibile?
Io ne sono la prova vivente!
Nel 1999 era venuta ad abitare nel mio condominio una famiglia. Era una coppia di fatto con due bambini invalidi.
Questa "famiglie" era venuta ad abitare nell' appartamento sottostante a quello in cui abito io.
Dal 1999 al 2002, il " capofamiglia", un carpentiere veneto con problemi di etilismo, ne ha combinate di tutti i colori.
Ha litigato con gli ex-inquilini dell' appartamento in cui abitava, perché non voleva pagare le migliorie che vi erano state.
fatte, ha insultato e minacciato di morte alcuni condomini, tra cui il sottoscritto e mio fratello, che all' epoca era MINORENNE!
Alla fine è arrivato alle mani con alcuni dei miei vicini e ha picchiato la madre di uno di loro, una signora ultraottantenne.
C'è stato il processo e, CLAMOROSAMENTE, il giudice l' ha assolto perché, secondo lui, IL FATTO NON SUSSISTEVA!
E' assurdo perché c' erano le prove, tra cui un referto medico sul sottoscritto che era stato minacciato di morte e che a causa dell' alterco che ne è venuto fuori con questo "signore" è stato colto da malore.
Meno male che poi l' hanno sfrattato!
Ma intanto mi domando se questa è giustizia.
Cordiali saluti.